Da economista di professione ad attivista per il clima: tutti i perché di Riccardo Antoniol

Fridays For Future, 04/09/2020 Piazza della Scala. Milano

[…] Riccardo Antoniol, membro di Fridays For Future, da sempre molto sensibile alle questioni ambientali e che oggi si definisce un “economista riconvertito“. Riccardo ha studiato economia alla Bocconi e per anni si è dedicato ad attività nel mondo degli investimenti finanziari, finché una pausa dal frenetico mondo del lavoro, gli ha permesso di vedere quella che lui definisce “la controstoria dello sviluppo economico”.

“Mi sono reso conto che il modello fantastico nel quale tutto funziona perfettamente, in cui si genera ricchezza economica, se viene guardato con l’angolazione ambientale, non è così perfetto. Il libro The Economics of Climate Change: The Stern Review, del dott. Nicholas Stern celebre economista e accademico inglese, proprio nelle prime righe spiega come il cambiamento climatico sia la dimostrazione del fallimento del mercato; per me questa cosa è stata come uno schiaffo, il crollo di una convinzione, e ho cominciato ad approfondire, studiare e documentarmi. Guardando le cose sia con l’esperienza maturata negli studi e nella pratica da economista, sia attraverso le lenti del cambiamento climatico e delle questioni ambientali, ho iniziato a vedere la controstoria dello sviluppo economico: un grande modello che però si fonda unicamente sulle fonti fossili. Tutto quello che facciamo è principalmente il consumo di energia fossile, che oggi sappiamo non essere più sostenibile”. […]

Leggi l’articolo completo su Icona Clima

Convidivi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *